home
English

La terra dei cipressi

 

LA TERRA DEI CIPRESSI

 

 

 

 

 

 

 

Blù di mare  si staglia l’orizzonte dalle colline di Bolgheri.

I filari di vite si perdono nelle loro lunghezze e vastità sinuose.

Questo giorno di sole accende la voglia di luce nel mese umido di febbraio, verde di erba

tenera di primavera.

La vigna attende il termine della stralciatura prima di piegarsi al nostro volere,comincia a piangere le sue lacrime di linfa cristallina in attesa del giusto calore.

 

E’ il cancello semplice e scorrevole che ci da un’idea dell’essenzialità e la praticità di queste

persone schiette e dedite al lavoro.Questi sorrisi sinceri accesi dai loro occhi che riflettono soddisfazione e    fatica per i loro traguardi raggiunti.

 

Questi  filari ordinati seminati di erbe quasi pronte al sovescio esprimono la vastità di menti aperte

e sensibili nel  considerare la natura quale dimora futura per i nostri figli.

 

La cantina è molto bella ,essenziale nelle sue linee eleganti e pulite,non è posto di fronzoli.

Ogni oggetto è al suo posto e non potrebbe èssere altrimenti.

E’ il profumo di legni puliti che ti inebria fin dentro l’anima mentre scendi le scale che ti portano

in questo piccolo paradiso di rovere profumato, dalle tostature del fuoco,qui si respira lo spirito che poi

troveremo dentro le scure bottiglie delle nuove terre toscane.

 

Chi non conosce quell’erba tenace e coriacea che ha il nome di “Paleo”?

Nell’ampia pancia del calice non c’è odore di “paleo” ma inebriante profumo complesso e intrigante

che mi riporta in questi campi assolati ,verdi di foglie agitate dalla brezza costante di mare d’estate.

Campi di terra e calde pietre che assorbono e cedono giorno e notte,estate e autunno,inverno e primavera.

Colori  sanguigni  di foglie rosse d’autunno.

 

Cinzia  si racconta nei suoi vini e loro raccontano lei e la sua famiglia …..

La passione che traspare dalle sue naturali spiegazioni suscita emozioni interiori

e semplice ammirazione.

Paleo,Messorio e Scrio  sono tre espressioni  eleganti,schiette,affascinanti ,avvolgenti  di

questa terra di vigne giovani avide di evoluzione.

 

Questa terra di luce simile alla Provenza  ogni volta mi regala un  senso di massima ampiezza

ed io non riesco mai ad abbracciarla abbastanza….

 

 

Stefano Salvetti

    Lascia un commento

    La tua email non sarà pubblicata.
    * Campo obbligatorio

    Si parla di

    Ultimi articoli

    Ultimi commenti

    1. @ Vinitaly 2018

      Il motto "guido senza guida" in pratica è che dopo l'adesione al gruppo vignaioli indipendenti abbiamo [...]

      Stefano Salvetti

    2. @ Vinitaly 2018

      Ciao,ho scoperto da poco i vostri vini e sono entusiasta.BBUonissimi. Ma cosa vuol dire il [...]

      Giorgio

    3. @ Vinitaly 2018

      Ci vedremo a Verona,non vedo l'ora di assaggiare questo super vino . Mi hanno detto che è [...]

      mauro vernazza

    Immagini random

    • #
    • #
    • #
    • #
    • #
    • #

    Newsletter

    Link utili