home
English

Solarancio all'Hotel Excelsior di Roma

Sapori e profumi di Liguria all'Hotel Excelsior di Roma

 

 

Roma….. anno di grazia 2013 mese di febbraio,giorno ventidue….

 

Un posto magico la location scelta per i profumi e sapori della Liguria .

Roma e più precisamente l’Hotel Excelsior in tutto il suo splendore.

Carlo Vischi dà appuntamento a decine di Blogger per la presentazione delle ricette

eseguite dallo Chef genovese Ivano Ricchebono , patron del ristorante stellato “the Cook”.

Nel tepore magico dell’Excelsior ,è profumo di basilico ligure:una scia che conduce al mortaio in marmo bianco di Carrara.

Ivano ci prepara un pesto espresso che subito assaggiamo e accompagnamo alle linguine

fresche del pastificio Felicetti.

Non poteva mancare un assaggio di focaccia genovese e poi il re dei piatti,il cappun magro.

Infine un dolce tipico della liguria,la sacripantina.

Il Vermentino dei colli di Luni Solarancio ,descritto e raccontato da Laura,titolare dell’Az.

la Pietra del Focolare non poteva mancare per rappresentare ancora una volta la Liguria di levante.

La gentilezza e l’eleganza di questo particolare vermentino che diventa ribelle e indomabile se

degustato in abbinamento con cibi elaborati e complessi in un crescendo di sapori e profumi.

E’ interessante disquisire sulle variegate sfumature del Solarancio :un ballo di scherma tra cibo e vino che delizia i commensali accompagnandoli ora con note musicali da solista che poi diventano concerto d’orchestra.

Laura Angelini propone un vermentino fuori dalla Liguria che viaggia per l’Italia

e si lascia riscoprire come gusto tipico del vermentino ligure pur essendo considerato ormai un’eccezione “un vermentino diverso”.

 Ancora una volta cibo e vino diventano un concerto di sorrisi e d’amicizia…..

Se vuoi saperne di più: http://t.co/h47cd8FIAK

2 commenti

  • Cinzia Bonfà - 23-02-2013 15:40:49

    Solarancio 2011 di Pietra Focolare Angelini ha un animo trasognante di chi realmente sussurra alle vigne. Laura mette passione e la comunica attraverso un prodotto fortemente territoriale: la Riviera di Levante. Giallo paglierino con pennellate dorate. Al naso note agrumate si alternano a una eterna mineralità, un soffio, una carezza silicea... Il gusto inizia leggermente "petillant", quella giusta dose per condurre il gioco e per cedersi e concedersi ad un equilibrio perfetto fatto di linearità, complicità e lunga persistenza. Un vino che ti prende per mano e ti sussurra: "io t'amo..." Cinzia Bonfà

  • Max Lucchesi - 24-02-2013 20:02:07

    Ciao Laura,seguo le tue avventure in giro per l'italia. Stai svolgendo un buon lavoro e i risultati si vedono. Oggi ho stappato una bottiglia di solarancio 2010,ti ricordi quello non filtrato?E' buonissimo!!!!! Stefano ha pienamente ragione,parla molto poco ma esprime benissimo i suoi concetti sul vino. A buon intenditor poche parole... A quando la famosa e aspettata degustazione ???? L'hotel excelsior di Roma è tanta roba..vero? Era ora che portassi in giro per l'italia un vermentino "vero",ci stà che comincino a capirlo in giro. Siete i migliori,Solarancio è il più buono.....credimi..Ciao

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.
* Campo obbligatorio

Si parla di

Ultimi articoli

Ultimi commenti

  1. @ Vinitaly 2018

    Il motto "guido senza guida" in pratica è che dopo l'adesione al gruppo vignaioli indipendenti abbiamo [...]

    Stefano Salvetti

  2. @ Vinitaly 2018

    Ciao,ho scoperto da poco i vostri vini e sono entusiasta.BBUonissimi. Ma cosa vuol dire il [...]

    Giorgio

  3. @ Vinitaly 2018

    Ci vedremo a Verona,non vedo l'ora di assaggiare questo super vino . Mi hanno detto che è [...]

    mauro vernazza

Immagini random

  • #
  • #
  • #
  • #
  • #
  • #

Newsletter

Link utili